Laura M.

Postato in #iomedito

La meditazione la mattina presto è stata una bellissima scoperta! La mente è lenta al risveglio ed è più predisposta a lasciare spazio al respiro e al silenzio. È come se i pensieri stessero ancora un po’ dormendo. È un'onda lunga che accompagna le esperienze della giornata: mi è accorgo che, anche quando termino la sessione insoddisfatta perché ero distratta o non sono riuscita ad andare in profondità come avrei desiderato, comunque sono più focalizzata nelle azioni. C'è più chiarezza, una traccia, un'indicazione della strada da seguire, le scelte da fare, le priorità da dare! in questo periodo in cui spesso mi sento sull'orlo della dispersione, mi aiuta! Perché ogni pratica è speciale se condivisa, anche se ora possiamo farlo solo con la tecnologia. Il fatto di sapere che c'è un appuntamento fisso è sicuramente motivante. Da ultimo, ma non meno importante, la bellezza del silenzio, che cambia sempre, ora, mentre stiamo entrando nella primavera, cambia la luce, cambiano i suoni, siamo spettatori del risveglio della natura e tutto ciò è uno splendore...