Francesca

Postato in #iomedito

Come tante altre volte in questi ultimi due anni, da quando ho iniziato a praticare con Bea, ho subito pensato che fosse “impossibile”. Impossibile svegliarmi prima del solito, stare ferma per trenta minuti, ogni mattina, tentando di concentrarmi sul respiro, riconoscendo e anticipando i pensieri per poi accantonarli, in un continuo e millimetrico processo di auto-regolazione. E invece...anche questa volta ho scoperto di avere più risorse di quanto pensassi e la meditazione è entrata nella mia quotidianità. La sera pregusto il momento in cui mi siederò sul cuscino e accenderò la candela dedicando del tempo di qualità a me stessa. È diventato un rito.
Il risultato è che i pensieri negativi sono più circoscritti e non si impadroniscono totalmente della mia giornata, riesco a concentrarmi di più e mi sento più energica e di buon umore.
Grazie