Yoga in Montagna

Il borgo Zen - Val Taleggio   

"Il Borgo zen", immerso nella natura selvaggia, fatta di boschi fatati, suggestivi corsi d'acqua e vette incantevoli, ci ospiterà dal 27 dicembre  al 1 gennaio. Una vera e propria oasi verde dove puoi trovare ogni tipo di varietà di alberi e fiori: tigli, olmi, frassini, ciliegi, rovere, aceri, castagni, betulle, faggi... ma anche primule, narcisi, ciclamini, gigli, rododendri, genziane, rose di Natale... pensa che ancora oggi, noi del Borgo Zen, ci stupiamo di tanta bellezza e degli effetti cromatici prodotti dalla convivenza di tante specie diverse...

E se tutto questo non bastasse... sei pronto a entrare nell'habitat naturale di camosci, caprioli, volpi, marmotte, ghiri e scoiattoli? Ah... non ti spaventare se la sera sentirai dalla tua stanza strani rumori... sono i gufi e le civette che si divertono sulle creste dei pendii scoscesi della valle! Se vuoi conoscere altre curiosità del luogo visita il sito www.ilborgozen.it.


>> Scarica il volantino 

Il programma   


La pratica inizia lunedì 27 dicembre dalle 17.30 alle 19.30. Dopo cena ci sarà la presentazione del corso. La mattina alle 7.00, dopo una tisana, meditazione e a seguire asana fino alle 10.30. Ricco brunch alle 11.00, e dopo il brunch ci sarà il tempo per passeggiate ed escursioni in montagna organizzate da una guida locale. La pratica riprende alle 16.30 e si conclude con la meditazione alle 19.30. Prima della pratica del pomeriggio approfondiremo il percorso che ogni essere umano, spesso inconsciamente, aspira a fare: passare dall’individualismo, dalla dualità all’identificazione con il Brahma (Coscienza Universale) attraverso gli stati fondamentali (solido, liquido, luminoso, aereo, etereo) con l’utilizzo di Yama Niyama, Asana, Pranayama, Pratyahara, Dharana, Dhyana, pratiche che possiedono la virtù di espandere la coscienza. Questo aiuta ad allargare la prospettiva, ed è bello, soprattutto alla fine dell’anno, pensare a impegnarsi in nuovi scenari illuminanti per il futuro. Come da tradizione di Capodanno sulla testa, praticheremo posizioni capovolte: in tutte le asana a testa in giù, in cui il cuore è sopra la testa, il mentale cede spazio all’esperienza dell’ascolto, alla concentrazione e alla determinazione che propriamente amalgamate conducono alla conoscenza e a un benessere superiore nel qui e ora. In genere, le posizioni capovolte sono poco indicate per chi ha problemi di occhi e collo, ma nel caso verranno suggerite le varianti adatte. Ripartiremo sabato 1 gennaio.
Il corso è aperto a tutti, principianti, praticanti esperti e insegnanti.