Milva Gualandi

Postato in Piccole Dolomiti

Sinceramente non so da dove incominciare per descrivere la mia prima esperienza di stage di yoga e meditazione. Ho deciso di parteciparvi un po’ titubante perche ho iniziato da pochissimi mesi a fare yoga (con un maestro fantastico, presente allo stage) e credevo di non riuscire a fare così tante ore di yoga consecutive, notate bene ho scritto “credevo”, sì perché ho scoperto che, a parte i primissimi giorni dove ho avuto il piacere di venire a conoscenza di vari muscoli che non sapevo di avere, le tre ore consecutive del mattino e quelle del pomeriggio erano appena sufficienti per poter fare tutto… Certo, c’erano volte che ero particolarmente stanca e soprattutto non riuscivo a concentrarmi come volevo e quindi speravo che non mancasse molto alla fine della lezione, ma appena riuscivo a ritrovare la giusta concentrazione basta!!! tutto sembrava più semplice. Ovviamente anche il rapporto che si era instaurato tra di noi ha svolto un ruolo molto importante. Non credo di essermi mai sentita a mio agio come in questa situazione con emeriti sconosciuti, abbiamo condiviso un sacco di belle esperienze. La sensazione strana è che sembrava che ci fossimo ritrovati dopo tanto tempo, come se ci fossimo già tutti conosciuti. Non so bene cosa è cambiato in me realmente, ma è aumentata sempre di più la mia curiosità verso tutto, in particolare verso il mondo che circonda lo yoga . E che dire del cibo? Grazie e ancora grazie al cuoco e all’aiuto cuoco; ci hanno fatto veramente tantissimi piatti particolarmente buoni, e alla fine abbiamo anche avuto il cuoco una sera tutto per noi, ci ha dato ottimi consigli per poter ripetere le sue ricette. Ovviamente ci ha dato anche quelle… spero proprio di riuscirci, io ci provo!!! E, dulcis in fundus, anche se avrei dovuto metterla per prima … Beatrice, la nostra insegnante, che oltre a farci fare gli esercizi ci ha spiegato con un trasporto tale da incuriosirmi tantissimo… Il bilancio di questa esperienza: non potevo finire quest’anno 2010 (che per me è stato molto pesante) in modo migliore e che non potevo inaugurare il 2011 meglio di così … quindi GRAZIE a tutti voi, un bacio e un abbraccio P.S.: avrete notato che non ho praticamente parlato del posto, che per altro era veramente bello e particolare; per me potevamo essere in qualsiasi altro luogo che non sarebbe cambiato nulla.